Via Martiri dei Lager, 65 - 06128 Perugia
Tel. 075 5002584 | Fax. 075 5019219 | cell. 346 6884132
Mail: info@figest.it

TIRO CON LA FIONDA

Campionati e classifiche Manifestazioni ed eventi Comunicati

SCHEDA TECNICA

DENOMINAZIONE: Tiro con la Fionda
ZONE IN CUI VIENE PRATICATO: nel Mondo
TIPO DI GIOCO: gioco di abilità e precisione
NUMERO DI GIOCATORI: 10 per suadra
MATERIALI DI GIOCO: fionda, bersaglio
TERRENO DI GIOCO: campo di gara
OBIETTIVO: Il Tiro con la fionda consiste nel centrare i bersagli.
ORIGINI: L’origine dell’arma è relativamente recente e si può far risalire alla fine dell’Ottocento. A seguito del processo di vulcanizzazione della gomma si è giunti alla produzione di sostanze che presentavano buone qualità elastiche e sufficientemente resistenti da resistere alla trazione.

Calendario Gare Campionato Regionale Umbria

Elenco delle Giornate di Gara, valevoli per il Campionato Regionale

Giovedì 6 Gennaio
ore 21.00
Palestra del Liceo Viale Don Bosco
06023 Gualdo Tadino PG;
Giovedì 22 Gennaio
ore 21.00
Palestra del Liceo Viale Don Bosco
06023 Gualdo Tadino PG;
Giovedì 24 Febbraio
ore 21.00
Palestra del Liceo Viale Don Bosco
06023 Gualdo Tadino PG;
Giovedì 10 Marzo
ore 21.00
Palestra del Liceo Viale Don Bosco
06023 Gualdo Tadino PG:
Giovedì 24 Marzo
ore 21.00
Palestra del Liceo Viale Don Bosco
06023 Gualdo Tadino PG;
Domenica 17 Aprile
ore 17.00
Palestra Scuole Medie Via Giuseppe Lucantoni,
06023 Gualdo Tadino (PG)
Sabato 14 Maggio Finali Campionato Italiano singolo e a squadre Gualdo Tadino (PG)

Regole di gioco

Il presente regola la disciplina del Tiro con la Fionda a carattere sportivo

Indice
Art. 1- Categorie di Tiro e modalità di assegnazione
Art. 2 – Norme Tecniche
Art. 3 – Bersagli
Art. 4 – Distanze di Tiro
Art. 5 – Serie di Tiro e Tempo di esecuzione
Art. 6 – Sequenza di tiro
Art. 7 – Assegnazione del Punteggio
Art. 8 – Disciplinare di Gara
Art. 9 – Giudici Di Gara
Art. 10 – Campo di Gara

Art. 1- Categorie di Tiro e modalità di assegnazione alle stesse;

Uomini :

Categoria JUNIOR– fino ad 14 anni – suddivisa in :

1)- Fionda Nuda – Fionda priva di Mirino Bilanceri, appoggi di alcun Genere.

2)- Fionda Integrale – Con Mirino Bilanceri, poggia Braccio.

Categoria SENIOR – da 15 anni – suddivisa in :

1)- Fionda Nuda – Fionda priva di Mirino Bilanceri, appoggi di alcun Genere.

2)- Fionda Integrale – Con Mirino Bilanceri, poggia Braccio.

Le categorie – SENIOR 1) Fionda Nuda e – SENIOR 2) Fionda Integrale – sono suddivise a loro volta in numero 3 Classi di Merito :

Classi

A
B Per Fionda Nuda
C

- Inserimento del tiratore nella Classe di Merito:

Prima Assegnazione Anno 2009 :

La prima assegnazione alla classe di merito dei Tiratori tesserati solo per l’anno 2009 avverrà in base a specifica Gara.
Detta gara Federale, dovrà essere effettuata prima dell’inizio dei campionati e articolata in n. 3 serie di tiro.

I tre punteggi ottenuti rispettivamente nelle serie effettuate (così come previsto all’ art .5 – 6 del presente) verranno sommati e in base al punteggio ottenuto avverrà l’assegnazione del tiratore alla
Classe:

Punteggio ottenuto Maggiore od Uguale a 90 Punti – Assegnazione alla Classe di Merito A .
Punteggio ottenuto Maggiore od Uguale a
50 ed inferiore a 90 Punti Assegnazione alla Classe di Merito B.
Punteggio ottenuto Inferiore a
50 Punti Assegnazione alla Classe di Merito C.

Ogni società sportiva dovrà comunicare alla “FIGeST Specialità Fionda” i nominativi e i risultati ottenuti dai singoli atleti.
L’assegnazione alla Classe di Merito dell’atleta è di spettanza della Federazione, la quale si riserva la possibilità di verificare l’attendibilità dei dati comunicati e il rispetto del presente regolamento nello svolgimento della Gara di assegnazione medesima.

Ad ogni tiratore verrà rilasciato dalla federazione un Tesserino Personale (vedi allegato A.) attestante la categoria di appartenenza.

Il tesserino dovrà essere successivamente esibito ai giudici al momento dell’ inizio di ogni giornata di campionato e/o di gara pena l’esclusione.

A decorre dall’anno 2010 i nuovi tesserati che si iscriveranno alla disciplina verranno inseriti nella classe di Merito C.

Ordinaria assegnazione alla Classe di Merito:

Ordinariamente l’assegnazione a ciascuna classe di merito avviene al termine di ogni Campionato REGIONALE (così come previsto all’art. 8).
Il Primo Classificato di ogni campionato verrà promosso nella classe superiore rispetto a quella cui appartiene.
L’assegnazione alla classe superiore avverrà inoltre anche in base al totale dei punti ottenuti nel campionato medesimo, il tiratore infatti che raggiunga comunque la Quota Punti Promozione, sarà automaticamente promosso alla classe di merito superiore in base ai seguenti parametri:

Totale Quote Punti Promozione:

- Per Campionato svolto su Bersaglio “Mod. Gioche de le Porte”:

Punteggio ottenuto in Campionato dal singolo atleta Maggiore od Uguale a 900 Punti assegnazione alla Classe di Merito A, nel caso di atleti di Classe di Merito A che non raggiungano detta quota verranno automaticamente retrocessi alla Classe di Merito inferiore B.

Punteggio ottenuto in Campionato dal singolo atleta Compreso tra i 450 Punti e i 899 Punti assegnazione alla Classe di Merito B, nel caso di atleti di Classe di Merito B che non raggiungano detta quota verranno automaticamente retrocessi alla Classe di Merito inferiore C.

Punteggio ottenuto in Campionato dal singolo atleta Inferiore od Uguale a 449 Punti assegnazione alla Classe di Merito C .

*(Per la determinazione dei sopra indicati punteggi si tiene in considerazione anche della Quota BOUNS GARA – Si veda art. 8 – Regolamento Campionato)

L’assegnazione ordinaria sarà valida immediatamente e per tutte le gare a seguire, che verranno disputate dopo la fine del campionato regionale.

Donne:

Categoria Senior Donne – da 15 anni :

A)- Fionda Nuda – Fionda priva di Mirino Bilanceri, appoggi di alcun Genere.

B)- Fionda Integrale – Con : Mirino Bilanceri e poggia Braccio.

Categoria Junior Donne – fino a 14 anni.

A)- Fionda Nuda – Fionda priva di Mirino Bilanceri, appoggi di alcun Genere.

B)- Fionda Integrale – Con : Mirino Bilanceri e poggia Braccio

Art. 2 – Norme Tecniche

La Fionda Di Tiro:

La fionda dovrà essere costituita da una forcella di legno o metallo o simile, alle cui estremità è fissato un elastico.
La forcella potrà essere costituita sotto forma di corpo unico, oppure dall’ unione di un corpo centrale detto “manico” sul quale sono inseriti gli archetti ricurvi alle cui estremità viene assicurato l’elastico.

Tipologie di Fionda

Fionda Nuda

La Fionda potrà essere di qualsiasi materiale e Forma; non dovrà avere nessun tipo di appoggio che ne garantisca la stabilità e non dovrà avere ne mirini ne accessori di bilanciamento.
La fionda dovrà avere le seguenti dimensioni : Larghezza max della forcina cm 12 – altezza max della fionda cm 25.

Fionda Integrale

La Fionda potrà essere di qualsiasi materiale e Forma; dovrà essere munita di bracciolo di appoggio che ne garantisca la stabilità dovrà essere munita di mirino e bilancieri.
Si precisa comunque che la Fionda dotata anche di uno solo dei componenti descritti sopra ( e/o Mirino e/o Bracciolo e/o Bilanceri) sarà comunque considerata Fionda integrale.

La fionda dovrà avere le seguenti dimensioni : Larghezza max della forcina cm 12 – altezza max della fionda cm 25.

Munizioni:
Per Categorie 1) JUNIOR – Categorie 1) SENIOR e Categoria Donne – le munizioni dovranno essere di forma sferica e costituite di qualsiasi materiale.
Le dimensioni delle sfere dovranno avere un diametro compreso tra i 7,00 mm e i 15,00 mm.

Art. 3 – Bersagli

Bersaglio Mod. “GIOCHI DE LE PORTE”

Il Bersaglio è costituito da tre dischi in materiale Ceramico (Terracotta di facile rottura) – e/o Carta e/o Dischi Infrangibili di altro materiale; (si precisa che nel caso in cui venga utilizzato il bersaglio in carta si dovranno adottare dispositivi sonori o dispositivi luminosi che segnalino la visuale colpita).
Ciascun disco potrà essere alternativamente di colore Bianco su sfondo nero e/o di colore nero su sfondo bianco e comunque al centro dovrà presentare un cuore di colore rosso;

Due tipi di disposizione delle visuali : Fig. A – Fig. B come a tergo.

1) Disco alto a Sinistra e/o primo Disco da Sinistra (Per La Fig. B) – Diametro 20 cm – Punteggio attribuito Punti 10;
2) Disco Centrale e/o secondo Disco da Sinistra (Per La Fig. B) – Diametro di 15 cm. – Punteggio attribuito Punti 20;
3) Disco in Basso a Destra e/o terzo Disco da Sinistra (Per La Fig. B) – Diametro 10 Cm . Punteggio attribuito Punti 30;


Fig. A
Disp. A – Bersaglio con dischi a Rottura in Ceramica

Fig. B
Disp. B – Bersaglio con Dischi Infrangibili a Caduta


Bersaglio per categorie 1) A – 2) A 3) A e Categoria 1) A – Donne .

Art. 4 – Distanze di Tiro

A) Distanze Ordinarie (per tutti i campionati):

Metri 20 - Per le Tutte le Categorie di Tiro.

Ciascun Tiratore dovrà restare con entrambe le gambe al di là della Linea che delimita la distanza di Tiro – Pena la squalifica.

B) Distanze Hunter – per particolari tornei e gare con specifica indicazione

Per tutte le Categorie di Tiro

a) Light – 10 metri

b) Hot – 12 Metri

(Le distanze hunter vengono utilizzate anche come distanze scuola, al fine di poter agevolare chi si avvicina alla disciplina)

Art. 5 – Serie di Tiro e Tempo di esecuzione

Per tutte le categorie:

Ogni tiratore avrà a disposizione 3 tiri e per l’esecuzione di ogn’uno disporrà di 30 secondi – Il tiro fuori termine verrà considerato nullo e non conteggiato.
Il tempo per effettuare il singolo tiro partirà solo quando il Giudice di Campo darà il segnale d’avvio e verrà fermato solo quando lo stesso giudice ne decreterà la fine – Il Giudice prima dell’avvio di ogni tiro dovrà preventivamente chiedere al Tiratore “il Pronti” ed una volta che lo stesso tiratore abbia risposto affermativamente potrà dare inizio al conteggio del tempo.

Art. 6 – Sequenza di tiro

Per tutte le categorie

Ogni tiratore dovrà effettuare un singolo tiro per ciascuna visuale del bersaglio.

Art. 7 – Assegnazione del Punteggio

Tiro su Bersaglio Mod. Giochi de le Porte:

a) Il punteggio assegnato per ciascun tiro effettuato sarà quello corrispondente alla visuale (Disco) colpita – si veda come descritto all’art. 3 sez. Bersagli.
b) In ogni serie di tiro ciascun disco non potrà essere colpito che una volta.

Art. 8 – Disciplinare di Gara

Per Tutte le Categorie

Torneo

Torneo Singolo

Il Torneo sarà Diviso in Due Fasi – prescindendo dalle classi di merito ma suddiviso in base alle categorie appartenenza:

Fase di Selezione – 3 serie di tiro per Ciascun Tiratore partecipante con relativa Stesura della classifica Parziale dei primi 16 Tiratori.
In caso di Tiratori con Punteggi Uguali, la classifica verrà redatta considerando l’ordine Alfabetico.
Nel caso in cui la 16ma posizione sia contesa da più tiratori con stesso punteggio, questi saranno chiamati ad uno o piu’ tiri di spareggio fino a che uno dei contendenti non ottenga un punteggio maggiore rispetto agli altri.
Ciascun tiro di spareggio verrà effettuato sullo stesso tipo di bersaglio utilizzato per le serie iniziali rispettando la seguente sequenza: in senso orario a partire dalla visuale alta a sinistra Ciascun tiro dovrà essere effettuato entro il termine di 20 secondi.

Fase Finale – I primi 16 tiratori classificati nella fase di selezione si sfideranno in un’unica serie a scontro con eliminazione diretta ( tipo tabellone Tennistico); passando quindi agli ottavi di finale, poi ai quarti di finale, semifinale e finale.

In caso di punteggio uguale tra i tiratori sfidanti, verranno effettuati uno o più tiri di spareggio sino a che un tiratore non ottenga un punteggio maggiore rispetto all’altro.
Ciascun tiro di spareggio verrà effettuato rispettando la seguente sequenza di tiro: in senso orario a partire dalla visuale.
Ciascun tiro dovrà essere effettuato entro il termine di 20 secondi.

Campionati

Campionato Regionale Singolo

Ogni regione in cui si pratica il tiro con la fionda sarà tenuta ad organizzare un Campionato Regionale che dovrà avere termine tassativamente nel mese di Marzo – il campionato sarà funzionale per l’assegnazione dei tiratori alle Classi di merito – Ciascuna delegazione regionale dovrà inoltre comunicare alla FIGEST disciplina Tiro con la Fionda – i nominativi dei tiratori con i rispettivi punteggi ottenuti affinchè la stessa federazione proceda all’assegnazione alle varie classi.

Ogni Tiratore gareggerà per la Categoria e la Classe di Merito di appartenenza.

Il Campionato si articola in 6 giornate di Tiro:

Per Ogni giornata ciascun Tiratore effettuerà n. 5 serie di Tiro (ai sensi dell’ art. 5 – art. 6 – art. 7).
Alla fine della giornata verrà effettuata la somma dei punteggi ottenuti nelle 5 rispettive serie da ciascun tiratore e verrà così redatta la classifica per ogni Categoria e Classe di Merito.

A ciascun tiratore verrà assegnato in classifica il totale dei punteggi realizzati nelle 5 serie.

Alla fine della singola Giornata, sulla base del Punteggio ottenuto,Verranno decretati :

- I ) Il Vincitore assoluto di Giornata

- Il) I Primi Tre Classificati di Giornata per Ogni Categoria e Classe di Merito

In caso di più tiratori con punteggio uguale, per decretare il Vincitore Assoluto e il Vincitore di ogni Categoria, verranno dagli stessi effettuati uno o più tiri di spareggio sino a che uno non risulti il vincitore, detti tiri non saranno conteggiati per la classifica finale.
Il tiro o i tiri di spareggio verranno effettuati Ciascun sullo stesso tipo di bersaglio utilizzato per le serie iniziali rispettando la seguente sequenza : in senso orario a partire dalla visuale alta a sinistra.
Ciascun tiro dovrà essere effettuato entro il termine di 30 secondi.

Proclamazione del Vincitore del Campionato

Alla fine delle 6 Giornate di Campionato i singoli punteggi ottenuti dal singolo tiratore, per ciascuna giornata di tiro, verranno sommati tra loro escludendo il peggior punteggio ottenuto.
Al totale così ottenuto verrà inoltre aggiunto un “Bonus Gara” pari al Doppio del Migliore Risultato ottenuto nelle rispettive giornate.
Sulla base di quanto sopra disposto, il tiratore che avrà ottenuto il punteggio più Alto verrà decretato
Vincitore del Campionato per Categoria d’appartenenza e classe di Merito e otterrà la promozione (si veda art. 1) – allo stesso modo verranno promossi i tiratori che raggiungeranno le quote punti promozione e retrocessi quelli che non avranno raggiunto detti punteggi.

Nel caso in cui ci sia parità di punteggio tra più Tiratori, verrà decretato Vincitore del Campionato, il tiratore che avrà ottenuto il maggior numero di vittorie per singola Giornata di Campionato, in caso di ulteriore parità, verrà dichiarato vincitore chi avrà ottenuto il BONUS GARA più alto.

Campionato Regionale a Squadre

Il campionato consterà di una singola giornata ( e sarà disputato in concomitanza della 3 giornata del campionato regionale singolo)

Composizione della singola Squadra

Ogni associazione sportiva aderente alla federazione potrà presentare una o piu’ squadre composte rispettivamente da 10 tiratori di cui – almeno uno 1 appartenete alla categoria dei Junior e uno 1 alla categoria Donne.

Svolgimento

Ciascun Tiratore di ogni squadra sarà chiamato ad effettuare n. 2 Serie di Tiro (ai sensi dell’ art. 5 – art. 6 – art. 7), alla fine delle 2 serie, i punteggi ottenuti dai 10 tiratori di ciascuna squadra saranno sommati .
Sarà decretata vincitrice la Squadra che avrà ottenuto il punteggio complessivo maggiore.
In caso di Parità tra più squadre, per decretare quella vincitrice, si procederà a tornate di tiri di spareggio fino a che una squadra ottenga il punteggio maggiore rispetto all’altra o alle altre in caso di piu’ squadre.
Per ogni tornata di Spareggio, tutti e 10 i tiratori di ciascuna squadra dovranno effettuare un tiro.

Ciascun tiro di spareggio verrà effettuato sullo stesso tipo di bersaglio utilizzato per le serie iniziali rispettando la seguente sequenza: in senso orario a partire dalla visuale alta a sinistra ;

Ciascun tiro dovrà essere effettuato entro il termine di 30 secondi.

La squadra vincitrice del Campionato Regionale avrà diritto a partecipare al Campionato Italiano a squadre

Campionato Italiano Singolo

Il campionato verrà disputato in un singolo fine settimana.

Prenderanno parte al campionato italiano i tiratori di ciascuna regione che si saranno classificati nel campionato locale rispettivamente:

Nei primi tre posti per la Categoria A
Nei primi Due posti nella Categoria Donne
Nei prime Due posti nella Categoria Junior

Il numero di serie da effettuare sarà variabile in funzione delle regioni e dei tiratori partecipanti.
Ciascun Tiratore gareggerà per la categoria di appartenenza.

Alla fine del Campionato sulla base del Punteggio ottenuto, che sarà dato dalla somma delle varie serie effettuate, verrà decretato il CAMPIONE ITALIANO per ciascuna categoria.

In caso di più tiratori con punteggio uguale, per decretare il Vincitore verranno dagli stessi effettuati uno o più tiri di spareggio sino a che uno non risulti il vincitore, detti tiri non saranno conteggiati per la classifica finale.
Il tiro o i tiri di spareggio verranno effettuati Ciascun sullo stesso tipo di bersaglio utilizzato per le serie iniziali rispettando la seguente sequenza : in senso orario a partire dalla visuale alta a sinistra.
Ciascun tiro dovrà essere effettuato entro il termine di 30secondi.

Campionato Italiano a Squadre

Il campionato verrà disputato in un singolo fine settimana (generalmente in concomitanza del Campionato Italiano Singolo)

Prenderanno parte al campionato italiano rispettivamente le squadre vincitrici di ciascun campionato regionale.

Ogni squadrà sarà composta da 8 tiratori di cui – almeno uno 1 appartenete alla categoria dei Junior e uno 1 alla categoria Donne

Svolgimento

Ciascun Tiratore di ogni squadra sarà chiamato ad effettuare minimo n. 2 Serie di Tiro (ai sensi dell’ art. 5 – art. 6 – art. 7), alla fine delle serie, i punteggi ottenuti dagli 8 tiratori di ciascuna squadra saranno sommati .
Sarà decretata vincitrice la Squadra che avrà ottenuto il punteggio complessivo maggiore.
In caso di Parità tra più squadre, per decretare quella vincitrice, si procederà a tornate di tiri di spareggio fino a che una squadra ottenga il punteggio maggiore rispetto all’altra o alle altre in caso di piu’ squadre.
Per ogni tornata di Spareggio, tutti e 8 i tiratori di ciascuna squadra dovranno effettuare un tiro.

Ciascun tiro di spareggio verrà effettuato sullo stesso tipo di bersaglio utilizzato per le serie iniziali rispettando la seguente sequenza: in senso orario a partire dalla visuale alta a sinistra ;

Ciascun tiro dovrà essere effettuato entro il termine di 30 secondi.

Nazionale Italiana di Tiro con la Fionda

La Nazionale Italiana di Tiro con la Fionda sarà composta da un Minimo di 10 a un massimo di 20 Tiratori distribuiti tra le varie categorie.

I tiratori che andranno a comporre la Nazionale e quindi a contendersi i titoli Internazionali verranno selezionati in base ai risultati ottenuti durante l’anno di attività e comunque a discrezione del Consiglio di Specialità, il quale avrà inoltre l’onere di nominare lo Staff tecnico

Art. 9 – Giudici Di Gara

La Commissione dei Giudici di Gara, sia per singola giornata di campionato sia per torneo, è composta da 4 Giudici:

A) Un Giudice Maggiore (o di Campo) scelto esclusivamente tra Tesserati FIGeST che non puo’ in nessun caso rivestire il ruolo di Atleta nell’evento che presiede e viene nominato dalla Società organizzatrice dell’evento.

Il Giudice Maggiore:

Prende il tempo per l’esecuzione di ogni singolo tiro;
Controlla il regolare svolgimento delle gare nel rispetto del presente regolamento.

Quattro Giudici di Linea – scelti esclusivamente tra Tesserati FIGeST.

Potranno rivestire il ruolo di Giudice Linea anche atleti partecipanti all’evento

Nel caso in cui i Giudici Linea Atleti e quindi partecipanti alla Giornata di Campionato o al Torneo, dovranno effettuare le loro serie in tre diverse batterie ciascuno, e non potranno in nessun caso essere giudici di se stessi.
Ogni società partecipante alla Giornata di Campionato od al torneo dovrà presentare almeno un Giudice, nel caso ci siano più di tre società partecipanti la scelta dei tre giudici avverrà in base a sorteggio.

Ciascun Giudice sarà preposto ad una Corsia di tiro e quindi ad un atleta

Nel caso ci siano un numero di postazioni di tiro superiori a Quattro i diversi giudici dovranno alternarsi sulle singole corsie.
Il Giudice, durante l’esecuzione, sarà posto alle spalle del fiondatore ed avrà l’onere di verificare ciascun tiro, attribuendo insieme al giudice maggiore il punteggio ottenuto.

I quattro Giudici di linea insieme al Giudice Maggiore prendono decisioni circa sanzioni, squalifiche, attribuzione di punteggi.

Le decisioni prese dalla Commissione ed ogni attribuzione comminata avverrà in base al giudizio della maggioranza dei Stessi.

Art. 10 Campo di Gara

Il campo di gara avrà le seguenti dimensioni: Lunghezza 23 metri – Larghezza da un minimo di 5 metri a un massimo di 20 metri e sarà suddiviso in corsie .
Ogni corsia avrà una lunghezza di 23 metri ed una larghezza di 1,5 metri.
Ogni corsia sarà numerata in ordine crescente da Sinistra a destra
Alla fine della corsia sarà posto il bersaglio di tiro, dietro al quale sarà posta una rete batti sfere di sicurezza.
Ogni tiratore avrà a disposizione una singola corsia e potrà avere al suo fianco solo un’altra persona tecnico – accompagnatore.
Nessun altra persona potrà accedere all’area delle corsie se non il Giudice di Campo ed i Magistrati
Il tiratore sarà posto alla distanza di tiro in base alla categoria di appartenenza (20m o 15m ).

Posizionamento dei Giudici nel campo di gara :

Giudice Maggiore – sarà con il cronometro sulla linea dei Tiratori .
Giudici di Linea- saranno uno per ogni corsia di Tiro, alle spalle di ogni tiratore.



Esempio di campo di Gara a 10 Corsie.